Avvento 2015

Avvento1

F
igure scarnificate, alleggerite dal peso della sostanza umana. Corpi di un’essenzialità che è miseria e umiltà. Uomini protesi alla ricerca di aria e respiro. Sculture generate dalle mani feconde di una madre ferita che modellando la materia partecipa al dolore dell’umanità per oltrepassare il proprio. Figure umane che diventano folla, assiepate una accanto all’altra, in Esodo: una processione costante, sodale e silenziosa, di un’umanità uguale di fronte al mistero della vita e della morte, radicata nel terreno ma protesa verso un altrove celato e allo stesso tempo carico di speranza. Un linguaggio discreto ed essenziale che ci accompagna nell’Avvento e nel giubileo della misericordia. Come non leggerci anche la nostra umanità fragile e bisognosa di salvezza sulla soglia della porta santa?

 

Avvento2

Dolores Previtali, l’artista, è una donna semplice ma dalla rara e profonda sensibilità. Una donna alla quale il dolore e la morte hanno permesso di sviscerare una potenza creatrice dandole lo stimolo iniziale per rispondere alla propria vocazione di artista.

 

  Scarica qui il Pieghevole dell'Avvento