Con il dovuto rispetto (2) - La pensione

Seconda situazione dal libro di Mons. Mario Delpini, arcivescovo di Milano "Con il dovuto rispetto. Frammenti di saggezza all'ombra del campanile”.

"Basta con la sveglia quando è ancora buio! Finite per sempre le ore di colonna e di nervosismo! Lo sciopero dei mezzi: per me un problema superato! E non vedrò più la faccia del capo, mai più! Finalmente in pensione!" Il Gino era soddisfatto di sé: pieno di vigore e di salute, contento di vivere e ... in pensione!
Quasi subito si fecero avanti i volontari del patronato Acli: "Per le pratiche che si accumulano saresti una risorsa preziosa!':"chiedetemi tutto, ma non mettetemi a una scrivania: ci ho passato una vita!': rispose il Gino.
In casa ci stava poco, perché la presenza dei nipotini con tutti i loro capricci lo spazientiva.
Al movimento della Terza Età rispose picche, perché "sono tutti vecchi" "Ministro straordinario dell'Eucarestia? Non mi ci vedo proprio!': Rimandò tante volte la risposta alla richiesta del parroco, finché il parroco si stancò di chiedere" "Dare una mano per la sorveglianza ai cancelli durante il Cre? Fare qualche turno di servizio di giardinaggio o di manutenzione dell'oratorio dove vado tutti i pomeriggi?" Meglio evitare, troppa fatica.
"Si avvicinano le amministrative: non entreresti in lista': "Grazie, ma di fastidi ne ho già troppi, anche senza andarmi a cercare quelli degli altri': fu la risposta del Gino.
Se ne stava volentieri al bar. Tra un bicchiere e una partita trovava anche il tempo per sentenziare: "Ah, i giovani d'oggi .. , non hanno voglia di fare niente!': io invece ho lavorato una vita!

 

    Scarica qui la Lette...Rina

    Numeri Lotteria CRE2019

      Ascolta le Omelie in Parrocchia